«Il mondo musicale italiano nasconde spesso tesori, segreti ai più, ma che una volta scoperti ti si attaccano alle corde dell’anima e le fanno vibrare […] Ebbene la polivalente singer/songwriter Serena Finatti riesce a piazzare un colpo da maestra, con questo suo primo disco solista» – Così mi recensisce Andrea Trevaini sul numero di febbraio della storica rivista Buscadero