Stasera a Telefriuli ospite a “L’uomo delle stelle”

Sarò ospite stasera 10 maggio alle ore 23 su Telefriuli al programma “L’uomo delle stelle” diretto da Andrea Ioime. Verranno mandati in onda frammenti di videoclip e performances live e si parlerà un poco del futuro e del mio nuovo disco “Fragile e Fiera”!!!

Si parlerà anche del 16 giugno, serata speciale organizzata con la collaborazione dell’associazione Corima  e dell’associazione Gente que Sì in cui ci sarà la proiezione in anteprima del mio nuovo videoclip “Fragile e Fiera” e non solo. In apertura di serata andrà in scena lo spettacolo omonimo scritto e diretto da me. Interpreti: Elisa Perucci, Fulvia Cristin, Marta Burba, Claudia Barros e i danzatori di tango: Loris Cattacin e Milena Vrech.

La serata si chiuderà ballando la milonga…

Riprese nuovo Videoclip “Fragile e Fiera”

  

“I fiumi mi han sempre attirato. Il fascino è forse in quel loro continuo passare rimanendo immutati, in quell’andarsene restando, in quel loro essere una sorta di rappresentazione fisica della storia, che è, in quanto passa. I fiumi sono la storia.” (Tiziano Terzani)

Due giorni di riprese tra il fiume Isonzo e il fiume di donne. PIù di cento donne hanno mantenuto la parola data e si sono presentate in Via Ciotti a Gradisca d’Isonzo, unite e pronte a seguire le indicazioni dei registi Manuel Zarpellon e Giorgia Lorenzato per un obiettivo comune: dire NO alla violenza contro le donne.

 

Quando si organizzano eventi del genere imprevisti e rischi fanno parte del pacchetto emozioni, ma diciamolo, abbiamo avuto molta fortuna, a partire dal tempo. Dopo più di una settimana di pioggia è apparso il sole, non c’era una nuvola in cielo! Un freddo pulito e limpido ci ha accompagnate lungo tutto il tempo delle riprese. Fantastico. Durante la fase organizzativa dell’evento ho avuto la possibilità di conoscere delle donne meravigliose, che hanno voluto condividere con me parte del loro vissuto, facendomi sentire la loro forza, grazie. Le adesioni sono arrivate da singole donne interessate, o da piccoli gruppi di amiche. Nessuna garanzia mi dava la certezza che sarebbero davvero venute. Mi sono fidata e ho fatto bene!

 

E’ stato davvero emozionante, vi sentivo presenti, forti, unite, i vostri volti erano belli, una bellezza che sfugge al tempo, giovani e meno giovani, tutte avevate gli occhi luminosi e pieni di vita. A tutte voi, grazie!!!

A Marianna, Manuel e Giorgia della Sole e Luna Production, per la loro professionalità, pazienza e sensibilità. Grazie;

Alla famiglia Perucci per la grande disponibilità dimostrata e in particolare a Elisa, la nostra piccola super attrice. Grazie;

Al sindaco di Gradisca d’Isonzo Linda Tomasinsig e all’assessore Francesca Colombi, per la disponibilità e l’attenzione dimostrata da subito. Grazie;

Al comune di Fiumicello in particolare all’assessore Laura Sgubin per avermi dato fiducia e appoggio. Grazie;

A Luca Negro per la sua assistenza tecnica e morale, la sua immancabile passione! Federica Maule per il passaparola e il coinvolgimento dimostrato. Grazie;

All’Auser provinciale di Gorizia in particolare alla signora Marina Simonit. Grazie;

Alle insegnati di danza che sono riuscite ad andare oltre… in particolare a Erika Bellin, Camilla Tuzzi e Giulia Mininel. Grazie.

Alle mie fagians ovvero le ragazze del mio coro: Sing&Feel!!! Compreso l’unico maschio: Andreino, che stavolta ha fatto lo spettatore. Grazie;

Alle splendide quattro donne fragili e fiere:  Alessandra Ballarin, Dasmaris Rivera Anaya, Edy Lovisetto, Laura Torrico. Grazie;

A Nino del Caffè Teatro di Gradisca ed Enrico Cavallero… senza di voi i registi non avrebbero potuto farsi sentire :D. Grazie;

Alle mie amiche di infanzia e adolescenza, poche, ma preziose, c’eravate. Grazie;

Alle amiche nuove, a tutte proprio tutte le donne presenti… Grazie!!!

Agli uomini che ci sono stati vicini, ma in disparte, rispettosi. Grazie;

A mio marito… Grazie.

 

p.s. scrivetemi una mail per dirmi che voi c’eravate, in modo che io possa avere una conferma dell’elenco delle adesioni raccolte sino a sabato.

 

 

 

Pagina 9 diario di bordo Tour SPCM primavera-estate 2016

20160601_233559

1 giugno 2016 _ “Corrono le ruote, corre la mente”

Ore 13 circa: Si parteeeeee, con ben quattro ore di ritardo rispetto alla nostra tabella di marcia!!! 🙂 Cito la frase detta da Andrea solo ieri sera “Si parte alle 9 al massimo!” 🙂 Vuol dire che faremo le rimanenti cinque ore di strada domani, poi la sera tutti a Bonn dove sarà la musica a trasportare noi e tutti coloro che vorranno lasciarsi andare…

Pagina 8_ Diario di bordo tour SPCM a Bolzano

20151119_130111

Pace e chitarra a tutti!

Quando si riesce a cogliere i ‘buoni segni’ durante il nostro incedere verso una meta, ci si sente sicuramente più forti e vitali… Tutto può aiutarci a dare il meglio di noi, infondo basta volerlo e crederci! (Devo ricordarmi di rileggere ciò che scrivo di tanto in tanto 😜).

Stavolta niente camper, viaggiamo con la nostra auto. Abbiamo caricato tutto: chitarra, pedali, tastiera… e Trudi! Eh non si sta certo comodi come in camper… ma a Bolzano ci aspetta un super albergo dove Trudi è la benvenuta!!!!

20151119_164341  20151119_164512  20151119_193015

Meravigliosa serata!!!! Il Piccolo Teatro Carambolage è un posto davvero accogliente, sono tutti molto gentili e ci sentiamo subito a nostro agio. Il pubblico partecipa entusiasta e nel finale cantano tutti con me 🙂 Un bel concerto, mi sono divertita, ecco!

20151119_181512  20151120_114721  20151120_114744

Per l’occasione, su richiesta, abbiamo sperimentato l’inserimento in scaletta di alcuni brani in Lingua Friulana, abbiamo accettato di metterci in gioco ed è stato un successo ☺, credo proprio che ripeteremo l’esperimento con gioia. Abbiamo anche conosciuto alcuni rappresentanti del Fogolâr Furlan di Bolzano, che hanno apprezzato molto la nostra musica e la serata in generale.

12234945_1651446085119973_4671623453665980654_n

Questa avventura in realtà ha avuto un inizio telefonico molto particolare: la chiamata di Cherubina, si non scherzo! Non sono certa che si tratti di un angelo, ma di sicuro è una bella, bionda e riccioluta donna dal sorriso contagioso. Ci ha guidati lei in questo, per noi nuovo, luogo della musica in cui spero di poter ritornare…

20151120_121255

La stampa parla di me e di Andrea 😉

20151120_084915

E per finire, dopo il concerto, tutti a cena al NADAMAS un ristorante molto carino con un cuoco giovanissimo che ha preparato per noi un menù vegano STREPITOSO. La cosa assolutamente più buona che io abbia mai mangiato la potete, haimè, solo vedere nella foto qui sotto… il paradiso deve avere questo sapore, sicuro.

20151120_004930

Raggiungiamo Trudi che si è goduta una serata da Vip in albergo in attesa “della nostra venuta”. Ora meglio dormire, domani si riparte: Mestre, si suona a “Il Palco”.

Sssssssh dormono già tutti qui dentro! 🙂 Buonanotte, ah si… amen (:D)

 

 

 

 

Diario tournée Deja in Germany – quarto giorno

Berlino. Inizierei da ora il tour! Mi sento più sicura e concentrata, infatti il concerto di stasera è stato il migliore! Lo è stato per tutti, forse anche perchè si è creato un bellissimo legame tra di noi..conosciamo a memoria alcune parti dei brani degli altri, è fantastico! Per me l'aspetto umano è fondamentale per riuscire a dare il meglio! Soprattutto quando la musica che suoni sei tu, e in questo tour siamo tutti cantautori..Inutile ripetere che anche oggi, lunedi sera, era tutto esaurito, la gente era forse più timida rispetto alle altre date ma pieni di entusiasmo, disponibili ed estremamente educati, rapiti dalla musica e dal suono delle parole che i più non hanno compreso ma di fatto anche noi italiani ascoltiamo musica in inglese senza però conoscerne il senso! La nostra lingua piace molto. Abbiamo venduto tutti i cd che avevamo! Siamo contenti! I concerti in Germania per ora sono finiti…si ritorna in Italia.

"I met someone I met someone…la la la.."

Diario tournée Deja in Germany – terzo giorno

"Concerto mattutino ha un sound sopraffino". Ore 11 domenica: tutto esaurito!! Peter Finger chiede a tutti di fare delle variazioni sulla scaletta poichè il concerto si tiene nello stesso posto di ieri, qualcuno potrebbe ritornare…"io sono tedesco non potete chiedermi di cambiare la scaletta all'ultimo momento!", replica Timon, scoppia una sana risata. Tutti soddisfatti, il pubblico interagisce con calore applausi lunghi e alla fine del concerto si forma una fila di gente che desidera avere la nostra firma sulla copertina del nostro disco o sul manifesto…è bello sentire i commenti in lingua mista, alcune persone mi parlano in italiano, correttamente, accidenti! Io non conosco che tre o quattro parole in tedesco! 

Si parte, destinazione Berlino. Cinque ore di treno, tra musica in cuffia, giochi tra noi e scambi di idee e di discorsi prevalentemente leggeri e freschi, il tempo scorre. Ecco siamo a Berlino city…wauuuuu!

Diario tournée Deja in Germany – secondo giorno

Anche stasera era tutto pieno. Incredibile! Qui le persone vanno a cercare la musica non la subiscono…si, faccio polemica, dovrei starmene zitta? In questa avventura, nessuno di noi è un artista famoso nel senso banale del termine, eppure ce n'è molta di gente che decide di passare una serata diversa, fatta di ascolto vero, interessato! Che spesso in italy sento definire in tono annoiato come "troppo impegnato", come se si potesse Ascoltare senza impegno!!

Alloggiamo in un posto meraviglioso una specie di "casa dell'artista", qui possono vivere per dei mesi degli artisti che dimostrino di avere un progetto creativo e le capacitá per realizzarlo. La stanza piú bella è proprio il grande salone dove attualmente vivono le idee, i pensieri, l'arte di tre donne: una pianista compositrice per orchestra, una scrittrice e una pittrice. Sono stata colta mentre sognavo di poterci vivere anch'io per un pò in questo paradiso, con la mia musica:)