Pagina 25: Diario di bordo “Fragile e Fiera” Tour autunnale (Germania)

Secondo giorno _ 25 settembre

“SQUIK TIME”

Ci aspetta un lungo giorno di viaggio.

Ariel mi guarda e sembra chiedere “ma dov’è che si va? Mica mi riporterete a Napoli vero?”. No. Andiamo proprio nel verso opposto, ma sono ore che viaggiamo e chissà se questo le ricorda il lungo viaggio fatto per raggiungere noi, la sua famiglia.

Un po’ sole, un po’ pioggia, di norma quando decidiamo di fare una sosta piove, mentre quando siamo in moto c’è il sole. In una delle soste in autogrill, mentre stiamo passeggiando sulla parte erbosa del parcheggio, noto un cartello. Vi sono raffigurati un cane, un uomo e… ma si: un frisbee!!! Segnala un’area verde recintata dove poter giocare. Figurati se mi faccio scappare un’occasione simile! Il maestro di Disc dog di Ariel ci ha proprio prestato due dischi per fare pratica.

 

  

Ripartiamo, Andrea è stanco, guido io. Alla guida del camper sembro un paguro che ha vinto al lotto e si è potuto prendere un casale ristrutturato!

“Io sono una conchiglia, intera mai raccolta. Chiara, piccolina, sto lontano dalla riva… E viaggio con ciò che resta di questa mia essenza, soffro ad ogni deserto di sabbia che incontro”

No ma come? Una fila, e che fila! Lavori in corso. Guardo Ariel e pure lei sembra sconfortata. Qui si va per le lunghe.

Decido di fare un’altra pausa e mi fermo nel parcheggio di un’area di servizio per uno… “squik time”! In Germania le autostrade non si pagano, pertanto vi si può accedere da più parti, anche dalle stradine di campagna, e questo lo sanno bene pure loro: i topi. Ecco, se non fosse per la loro inquietante presenza, potrei dire che è una meraviglia. Parcheggi, dirigi lo sguardo oltre e si aprono ampi spazi verdi che dissetano gli occhi e riposano la mente. Infondo i topi sono ovunque, questi sono solo più temerari.

Questo lungo giorno di viaggio prosegue per diverse altre ore, ma a causa dei rallentamenti non siamo riusciti a raggiungere la meta nei tempi previsti. Domani abbiamo il primo concerto, se tutto va bene ci mancheranno solo altre due ore e saremo a Bielefeld.

P.S: Per i fans di Laila: la principessa mangia il cibo nuovo, guarda attenta fuori dalla finestra, fa le fusa e dorme beata.

Notte

Pagina 24: diario di bordo “Fragile e Fiera” Tour autunnale (Germany)

Primo giorno_ 24 settembre

LAST MINUTS

Potrei fare un elenco noioso di tutte le cose che io e Andrea siamo riusciti a fare solamente oggi! E un elenco forse ancora più noioso, almeno in lunghezza, di tutto ciò che non siamo riusciti fare!

Questa è una tournée storica per noi: la prima in cui portiamo Ariel, la nostra piccola meticcetta nera (7 mesi) e Laila la nostra adorata gatta. Un sogno. In realtà Laila deve prendere un farmaco tutti i giorni e come si può facilmente intuire, non è un’operazione semplice da fare, nonché un impegno che non ci siamo sentiti di appioppare a nessuno! Anche se siamo fortunati perché abbiamo dei vicini di casa super, come noi amano i gatti e gli animali in generale e all’occorrenza ci aiutiamo occupandoci dei rispettivi pelosi! Sandor e Ami infatti sono a casa, da loro va la “zia Dani”.

Laila è tranquilla, certo, ci abbiamo lavorato un bel po’, abituandola per gradi in questi ultimi mesi. Ed eccoci qui, in Tour con lei per ben due settimane!!!! Tra una cosa e l’altra, ci accorgiamo di non avere la sua pappa, via in negozio: chiuso. Cercane altri. Non hanno quello specifico alimento di quella specifica marca, pazienza, ne compriamo un pacco diverso. Scelta dell’ultimo momento…

In previsione delle tante ore di viaggio, ho deciso di portare con me l’attrezzatura per lavorare a degli arrangiamenti vocali (Sing&Feel voi sapete a cosa mi riferisco!), questa idea mi è costata la sosta a un negozio di strumenti musicali per l’acquisto di una Keystation mini 32. Avere una tastierina per poter lavorare in agilità anche in camper è ciò che mi serve in questi casi! Idea dell’ultimo momento…

“Hamburger Vegan”, un’insegna ammiccante ci invita a entrare in autogrill, cenare fuori come primo giorno sembra cosa buona e giusta, andiamo! “Finished”, ecco! Porca miseria, era l’unica insegna visibile, toglila almeno! Uff

Lucina accesa, tutti a dormire, brrr che freddo! Meno male che oltre al riscaldamento acceso, con noi ci sono i nostri due pelosotti!

Click spenta la lucina.

Click riaccesa la lucina. Comunque Laila non ha nemmeno assaggiato il cibo preso… all’ultimo momento.

Click.

 

Pagina 23: diario di bordo “Fragile e Fiera” Tour a Colonia (Germany)

Arriviamo a Colonia e come sempre la nostra sfacciata fortuna con i parcheggi si riconferma, nonostante in città sia in atto una festa che popola tutte le vie del centro e oltre, riusciamo a parcheggiare il nostro Camper praticamente in front of. “Mondo Aperto” è un piccolo e semplice centro culturale di aggregazione che accoglie gli italiani che vivono in zona, gli appassionati della musica italiana e non solo, curiosi, intelettuali, studenti, amici.

Sono ospitali, Christoph ci fa un sacco di domande su dove viviamo, quali sono i nostri progetti artistici, si rivela essere molto preparato in realtà! Conosce bene il nostro percorso artistico: 10+!

Il concerto inizia e noi siamo carichi! La musica va! Il pubblico è attento, ci lasciamo andare… Per la prima volta in Germania posso presentare i brani e interagire con il pubblico in italiano, una fatica in meno per me e il mio inglese poco più che scolastico!

Con gran soddisfazione ci fanno tanti complimenti per le canzoni, i testi, e vogliono avere il CD!

Stanchi ma felici dopo aver cenato ubbriacandoci di allegria e risate assieme ai responsabili del centro, andiamo a raggiungere Trudi in Camper per dormire.

Bello… Mi sento Fiera! E ora a casa! Ci aspettano importanti eventi e i nostri Sing&Feel!!!!

Pagina 22 diario di bordo Tour “Fragile e Fiera”: Ungheria!

 
Ungheria_Esztergomi

Questa città è bellissima. Gli spazi sono ampi, gli edifici antichi e maestosi. Il clima è davvero rigenerante, sole, arietta fresca, assenza di umidità. Il festival si tiene all’interno di un museo, una sala antica che offre una buona acustica e poi c’è Sandor che è un ingegnere del suono straordinario!
A me e ad Andrea il compito di chiudere la serata, prima di noi: Giovanni Seneca (Italia), Ralf Gauck (Germania), Robert jurjendal (Estonia). Musicisti che mi hanno colpita molto, semplicemente bravissimi, Giovanni in particolar modo è stato un vero maestro sul palco: sicuro, simpatico, ha proposto la sua musica che ho trovato molto bella, ricca di energia e vita! Interessantissime anche le altre due performances, Robert bellissimo suono, Ralf si è esibito con un basso elettrico fretless, bravo!
Devo dire che non è stata una delle mie migliori performance, abbiamo avuto qualche problema tecnico che mi ha causato dello stress, non sono riuscita a gestire la situazione come avrei voluto… peccato. È stato comunque un bel concerto. Andrea è stato come sempre bravissimo 😊
Sold out! Pubblico attentissimo, una di quelle serate che insegnano e che ti ricordano quanto ancora c’è da lavorare per migliorarsi, dare il meglio.

Stasera a Telefriuli ospite a “L’uomo delle stelle”

Sarò ospite stasera 10 maggio alle ore 23 su Telefriuli al programma “L’uomo delle stelle” diretto da Andrea Ioime. Verranno mandati in onda frammenti di videoclip e performances live e si parlerà un poco del futuro e del mio nuovo disco “Fragile e Fiera”!!!

Si parlerà anche del 16 giugno, serata speciale organizzata con la collaborazione dell’associazione Corima  e dell’associazione Gente que Sì in cui ci sarà la proiezione in anteprima del mio nuovo videoclip “Fragile e Fiera” e non solo. In apertura di serata andrà in scena lo spettacolo omonimo scritto e diretto da me. Interpreti: Elisa Perucci, Fulvia Cristin, Marta Burba, Claudia Barros e i danzatori di tango: Loris Cattacin e Milena Vrech.

La serata si chiuderà ballando la milonga…

Riprese nuovo Videoclip “Fragile e Fiera”

  

“I fiumi mi han sempre attirato. Il fascino è forse in quel loro continuo passare rimanendo immutati, in quell’andarsene restando, in quel loro essere una sorta di rappresentazione fisica della storia, che è, in quanto passa. I fiumi sono la storia.” (Tiziano Terzani)

Due giorni di riprese tra il fiume Isonzo e il fiume di donne. PIù di cento donne hanno mantenuto la parola data e si sono presentate in Via Ciotti a Gradisca d’Isonzo, unite e pronte a seguire le indicazioni dei registi Manuel Zarpellon e Giorgia Lorenzato per un obiettivo comune: dire NO alla violenza contro le donne.

 

Quando si organizzano eventi del genere imprevisti e rischi fanno parte del pacchetto emozioni, ma diciamolo, abbiamo avuto molta fortuna, a partire dal tempo. Dopo più di una settimana di pioggia è apparso il sole, non c’era una nuvola in cielo! Un freddo pulito e limpido ci ha accompagnate lungo tutto il tempo delle riprese. Fantastico. Durante la fase organizzativa dell’evento ho avuto la possibilità di conoscere delle donne meravigliose, che hanno voluto condividere con me parte del loro vissuto, facendomi sentire la loro forza, grazie. Le adesioni sono arrivate da singole donne interessate, o da piccoli gruppi di amiche. Nessuna garanzia mi dava la certezza che sarebbero davvero venute. Mi sono fidata e ho fatto bene!

 

E’ stato davvero emozionante, vi sentivo presenti, forti, unite, i vostri volti erano belli, una bellezza che sfugge al tempo, giovani e meno giovani, tutte avevate gli occhi luminosi e pieni di vita. A tutte voi, grazie!!!

A Marianna, Manuel e Giorgia della Sole e Luna Production, per la loro professionalità, pazienza e sensibilità. Grazie;

Alla famiglia Perucci per la grande disponibilità dimostrata e in particolare a Elisa, la nostra piccola super attrice. Grazie;

Al sindaco di Gradisca d’Isonzo Linda Tomasinsig e all’assessore Francesca Colombi, per la disponibilità e l’attenzione dimostrata da subito. Grazie;

Al comune di Fiumicello in particolare all’assessore Laura Sgubin per avermi dato fiducia e appoggio. Grazie;

A Luca Negro per la sua assistenza tecnica e morale, la sua immancabile passione! Federica Maule per il passaparola e il coinvolgimento dimostrato. Grazie;

All’Auser provinciale di Gorizia in particolare alla signora Marina Simonit. Grazie;

Alle insegnati di danza che sono riuscite ad andare oltre… in particolare a Erika Bellin, Camilla Tuzzi e Giulia Mininel. Grazie.

Alle mie fagians ovvero le ragazze del mio coro: Sing&Feel!!! Compreso l’unico maschio: Andreino, che stavolta ha fatto lo spettatore. Grazie;

Alle splendide quattro donne fragili e fiere:  Alessandra Ballarin, Dasmaris Rivera Anaya, Edy Lovisetto, Laura Torrico. Grazie;

A Nino del Caffè Teatro di Gradisca ed Enrico Cavallero… senza di voi i registi non avrebbero potuto farsi sentire :D. Grazie;

Alle mie amiche di infanzia e adolescenza, poche, ma preziose, c’eravate. Grazie;

Alle amiche nuove, a tutte proprio tutte le donne presenti… Grazie!!!

Agli uomini che ci sono stati vicini, ma in disparte, rispettosi. Grazie;

A mio marito… Grazie.

 

p.s. scrivetemi una mail per dirmi che voi c’eravate, in modo che io possa avere una conferma dell’elenco delle adesioni raccolte sino a sabato.

 

 

 

Pagina 21 diario di bordo Tour SPCM Pre-Recordings: two free days on the road

  TWO FREE DAYS ON THE ROAD…

 

Questo mini tour è finito, al nostro rientro in Italia ci aspetta il lavoro di registrazione del nuovo disco “Fragile e Fiera”, molte sono le cose da organizzare e le persone da contattare per la realizzazione del nostro nuovo progetto. Ecco perchè abbiamo riservato due giorni da spendere per fare un planning in pace, sulla base di tutto il lavoro già svolto e in vista del raggiungimento delle scadenze che ci siamo prefissati. Due giorni per respirare senza orari, per parlarci con calma, riposare e goderci la natura a cui andiamo incontro ogni volta che possiamo. Un giretto nei negozi per non perdere il vizio 😉 e Trudi che amiamo tantissimo e che vogliamo stia al meglio…

 

 

 

 

 

 

 

E con questa pagina saluto tutti i miei amici e sostenitori 🙂 e rimetto in pausa il diario di bordo per riprenderlo, spero, molto presto 😉