Secondo giorno _ 25 settembre

“SQUIK TIME”

Ci aspetta un lungo giorno di viaggio.

Ariel mi guarda e sembra chiedere “ma dov’è che si va? Mica mi riporterete a Napoli vero?”. No. Andiamo proprio nel verso opposto, ma sono ore che viaggiamo e chissà se questo le ricorda il lungo viaggio fatto per raggiungere noi, la sua famiglia.

Un po’ sole, un po’ pioggia, di norma quando decidiamo di fare una sosta piove, mentre quando siamo in moto c’è il sole. In una delle soste in autogrill, mentre stiamo passeggiando sulla parte erbosa del parcheggio, noto un cartello. Vi sono raffigurati un cane, un uomo e… ma si: un frisbee!!! Segnala un’area verde recintata dove poter giocare. Figurati se mi faccio scappare un’occasione simile! Il maestro di Disc dog di Ariel ci ha proprio prestato due dischi per fare pratica.

 

  

Ripartiamo, Andrea è stanco, guido io. Alla guida del camper sembro un paguro che ha vinto al lotto e si è potuto prendere un casale ristrutturato!

“Io sono una conchiglia, intera mai raccolta. Chiara, piccolina, sto lontano dalla riva… E viaggio con ciò che resta di questa mia essenza, soffro ad ogni deserto di sabbia che incontro”

No ma come? Una fila, e che fila! Lavori in corso. Guardo Ariel e pure lei sembra sconfortata. Qui si va per le lunghe.

Decido di fare un’altra pausa e mi fermo nel parcheggio di un’area di servizio per uno… “squik time”! In Germania le autostrade non si pagano, pertanto vi si può accedere da più parti, anche dalle stradine di campagna, e questo lo sanno bene pure loro: i topi. Ecco, se non fosse per la loro inquietante presenza, potrei dire che è una meraviglia. Parcheggi, dirigi lo sguardo oltre e si aprono ampi spazi verdi che dissetano gli occhi e riposano la mente. Infondo i topi sono ovunque, questi sono solo più temerari.

Questo lungo giorno di viaggio prosegue per diverse altre ore, ma a causa dei rallentamenti non siamo riusciti a raggiungere la meta nei tempi previsti. Domani abbiamo il primo concerto, se tutto va bene ci mancheranno solo altre due ore e saremo a Bielefeld.

P.S: Per i fans di Laila: la principessa mangia il cibo nuovo, guarda attenta fuori dalla finestra, fa le fusa e dorme beata.

Notte